rivista internazionale di cultura

STORIA

La Bloody Sunday nordirlandese: David Cameron chiede scusa 38 anni dopo. Ascolta il suo discorso

  • 7 novembre 2014
  • 12:15

bloody-sundayNon capita spesso di  vedere un Primo Ministro chiedere scusa. Capita ancora più raramente vederne uno che lo fa pubblicamente. David Cameron lo ha fatto nel 2010 a seguito della conclusione dell’inchiesta Saville riguardo la tristemente famosa Bloody Sunday del 30 gennaio 1972 a Londonderry, nell’Irlanda del Nord. Il comportamento dell’esercito britannico in quell’occasione è stato ingiustificato e ingiustificabile, e Cameron, pur sottolineandone  valore e coraggio dimostrato dai soldati britannici in più di un’occasione, non esita a giudicare sbagliata la decisione di sparare sulla folla durante una manifestazione per i diritti civili. Dopo 38 anni viene fatta chiarezza su un avvenimento che ha sconvolto l’opinione pubblica del Regno Unito e della Repubblica d’Irlanda e queste pubbliche scuse hanno almeno scagionato le giovani vittime dall’accusa di appartenere all’IRA. Non erano armati e non rappresentavano un pericolo per la sicurezza. È stato un errore e a Cameron si riconosce sicuramente l’onore di averlo ammesso.
(Paola Fardelli)

→ Guarda il discorso di Cameron:

Per un approfondimento vi consigliamo il film “Bloody Sunday” di Paul Greengrass.
→ Ecco il trailer:


Approfondimenti >

Storie

altri approfondimenti >
StorieMAG

English dept >

Storie

more >
momentismo-banner

Storie da leggere >

Storie

altre Storie da leggere >

A FUOCO | l'eccezione

Storie online: cultura dall'Italia e dal mondo. Ogni giorno

error: