rivista internazionale di cultura

Scrittura momentista

Il Momentismo è un metodo di scrittura nato in forma embrionale e forzatamente sperimentale nella seconda metà degli anni ’70. Dopo anni di collaudo in forme quasi clandestine (riunioni fra cultori della scrittura breve e di quell’arte del pedinamento cara al neorealismo cinematografico), è stato inaugurato ufficialmente il 19 aprile 2001 con la realizzazione dell’antologia Pomeriggio/Afternoon (Leconte), nella quale 140 scrittori da tutto il mondo hanno raccontato cosa hanno visto e vissuto quel giorno ed esattamente nei dieci minuti compresi fra le 17.50 e le 18. Insomma, lo stesso giorno, alla stessa ora, in posti diversi. Da Adelaide a New York fino ad Anchorage.
Hanno risposto all’appello momentista scrittori come T.C. Boyle, Robert Coover (fra i principali studiosi dell’ipertesto applicato alla letteratura), Ariel Dorfman, André Brink, Harry Mathews, Tess Gallagher, Bulbul Sharma, Niccolò Ammaniti, Carlo Lucarelli, Giuseppe Pontiggia, Aldo Nove, Walter Siti e Marcello Fois, fra gli altri.

Il Momentismo è una forma di scrittura contingente, capace di suggellare l’estemporaneità e la sintesi, in un bilancio quasi istintivo al quale partecipano spiccate attitudini cronistiche. Nel rispetto di un’intuizione di Norman Mailer (“History as a novel/The novel as history”), il Momentismo va inteso come un metodo di scrittura che deriva dalla nonfiction novel (senza trascurare new journalism, faction e altre discipline che mescolano giornalismo e narrativa). A condizione che scritti simili non scivolino via come bollicine di gassosa. Che siano realmente capaci di trasmettere un’esperienza e un personale punto di vista.

Dopo la pubblicazione di “Pomeriggio”, il metodo momentista è diventato in qualche maniera di tutti. Questa via aggregativa alla short story ha ispirato un Corso dedicato appunto alla scrittura breve e dal 2008 uno specifico premio letterario (il Premio Storie).

In Italia e all’estero si sono svolte diverse sessioni di scrittura momentista. Nel 2002 presso il centro culturale Gino Baratta del comune di Mantova, nel 2003 al Palazzo dei Congressi di Agrigento nell’ambito del festival cinematografico internazionale AgrigentoCorto, e poi negli anni a Bari, Crotone, Brindisi, CataniaCosenza, fra le altre, in occasione di festival, seminari, corsi e convegni.

Nel 2006, in Scozia, Laura Hird e un gruppo rappresentativo di scrittori, giornalisti e accademici (da Kevin Williamson della leggendaria Rebel Inc. al drammaturgo David Greig fino a Rodge Glass e Margaret Elphinstone) hanno firmato lo speciale Ten Minutes Scots (Storie 61). Nel 2007, è stata la volta di Malta: scrittori, poeti, docenti come Clare e Mario Azzopardi, Karl Schembri, Pierre Mejlak, Immanuel Mifsud hanno raccontato l’isola in Ten Minutes Malta (Storie 62-63). Nel 2009 il coro momentista si è levato da Israele in Ten Minutes Israele (Storie 65) con la partecipazione di Ronny Someck, fra le voci più significative della giovane generazione di poeti, oltre a E.L. Freifeld, Lois Michal Unger, Haim Chertok, Ed e Eitan Codish.

momentismo-banner
the-kingdom

A FUOCO | l'eccezione

Storie online: cultura dall'Italia e dal mondo. Ogni giorno

error: