rivista internazionale di cultura

REPORTAGE

  • REPORTAGE L’Aquila resiste, bestemmia e tiene memoria di quel che “non” sta succedendo in case chiamate MAP

    Mentre la terra continua a tremare sulla famigerata dorsale appenninica, la città abruzzese incassa la solidarietà del mondo e del Presidente Mattarella ma pure l’indifferenza delle istituzioni, le ambiguità burocratiche e sospetti scambi di favori. Gabriele Salvatori c’è stato per vedere com’è vivere in una casa che si chiama MAP…

  • REPORTAGE Tanzania: “la povertà puzza, le mosche ti inseguono fastidiose”

    Da casa, seduti comodamente davanti alla televisione, è moralmente nobile e gratificante identificarsi con i volontari che dedicano alla Tanzania il loro talento, professionale o spirituale che sia. Ma sul posto le cose cambiano, avverte Monica Palmerini. Ecco in che modo…

  • REPORTAGE Taranto: anche nelle città ci sono i borghi pericolanti

    Se uno crede che i problemi di Taranto siano solo l’Ilva e i danni che ha prodotto, si sbaglia. C’è anche la città vecchia che pur suggestiva è oggi quasi disabitata. O meglio, ci sono 2500 persone in un quartiere che potrebbe ospitarne almeno 6000. Ma le case stanno a pezzi e il progetto di […]

  • REPORTAGE Brescia, donne in rivolta per il Silvio sessista

    Brescia 2013, sembra una vita fa. Il Cavaliere tiene un comizio stipato di luoghi comuni: il Milan (noto spunto politico), l’elezione diretta del Presidente della Repubblica; l’Imu, l’Iva che non deve aumentare, Equitalia e la riforma della giustizia, naturalmente. E le donne? Meglio non parlarne dopo la sua valanga di gaffe e frasi primitive, stavolta […]

  • REPORTAGE Le ferite di Varsavia: la città distrutta dai bombardamenti ricostruita grazie ai… dipinti del Canaletto

    Alla fine della seconda guerra mondiale Varsavia era in rovina, più del 90% degli edifici erano stati distrutti o danneggiati e il nuovo governo comunista mise a punto un imponente progetto di ricostruzione della città, nel quale giocarono un ruolo fondamentale i dipinti realizzati dal Canaletto due secoli prima, quando era pittore di corte dell’ultimo […]

  • REPORTAGE I misteri di Canvey Island fra Dickens e i Dr Feelgood

    Terra desolata (e musicata), Canvey Island era la meta vacanziera preferita dalle famiglie londinesi in cerca di casinò e spiagge cheap, col tempo era diventata un importante sito di stoccaggio e smistamento di gas e petrolio ma anche una landa desolata che ha significato alcune pagine di Dickens, la musica dei Dr Feelgood, degli Horrors […]

  • REPORTAGE Migranti in Italia, una storia esemplare

    Mentre per l’Istat sono una cifra flessibile (e “sensibile”) che disorienta i meno accoglienti, Enrico Papitto ci racconta una diversa storia di migrazione, quella di Ilyas Muhammad, pakistano in Italia dal 1998, che a Bologna ha un negozio di alimentari e che avverte: “I soldi sono pochi ma se vuoi rimanere onesto devi lavorare tanto, […]

  • REPORTAGE Tanzania, il vero volontariato non è quello che si vede in tv: “la povertà puzza, le mosche ti inseguono tra i sentieri del villaggio tribale”

    Da casa, seduti comodamente davanti alla televisione, è moralmente nobile e gratificante identificarsi con i volontari che dedicano a questo paese il loro talento, professionale o spirituale che sia. Ma sul posto le cose cambiano, avverte MONICA PALMERINI… Ricordo ancora l’odore selvatico dell’Africa. Mi accolse all’aeroporto di Dar es Salaam, appena scesa dall’aeroplano, e persistette […]

  • REPORTAGE Nelle Highlands scozzesi tra Churchill, James Bond e… i prigionieri italiani

    Partiamo da Glasgow, la capitale economica della Scozia, importante centro industriale che, a parte la cattedrale di San Mungo, offre poche attrazioni artistiche. Ma è appena fuori dalla città, verso la regione dell’Argyll, il lago Loch Lomond e la valle di Glencoe, che inizia la vera avventura attraverso le Highlands, in territori impervi, aspri e […]

  • REPORTAGE Samo, Lesbo e il porto di Mitilini: una turista per caso, tra i rifugiati e l’omerico “mare color del vino”

    I porti sono posti tranquilli. Sonnacchiosi, pigri. Si vegliano improvvisamente dal nulla solo quando una nave attracca e riparte. Anche Mitilini. Come quasi tutti i porti che abbiamo visitato sembra funzionare da solo, è praticamente “autogestito”. Nessun cartello, nessuna indicazione sulla disposizione all’imbarco. Un Exodos o un Eisodos sono tutto quello che la segnaletica concede. […]

StorieMAG

English dept >

Storie

more >
VestAndPage-Sinfin

Storie da leggere >

Storie

altre Storie da leggere >
momentismo-banner

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo qui sotto. Ti verrà inviata una mail di conferma.

internazionale
e-learning
il-paroliere

Prossimamente

leconte-film

A FUOCO | l'eccezione

Storie online: cultura dall'Italia e dal mondo. Ogni giorno

error: