rivista internazionale di cultura

Recenseide

Yootha Joyce l'icona della massaia irrequieta di “George e Mildred” che fu celebrata anche dagli Smiths

  • 10 marzo 2016
  • 13:59

Yootha Joyce e Brian Murphy sono stati i protagonisti di “George e Mildred”, spin-off di “Un uomo in casa”. La serie nacque in Inghilterra nel 1976, in Italia i 26 episodi sono George-Mildredstati proposti tre anni più tardi.

Al centro delle storie una coppia di affittacamere, lui indolente e trascurato, lei bizantina e frustrata. A differenza della maggior parte delle serie americane, quelle inglesi hanno avuto il merito di raccontare problematiche suburbane, valorizzando l’anima proletaria della maggioranza silenziosa.

Yootha Joyce e il suo personaggio, in particolare, divennero una sorta di icona della massaia ambiziosa che rimbrotta il marito e piange in bagno coi bigodini. Gli Smiths le hanno dedicato le copertine dei singoli “Ask” e “Some Girls Are Bigger Than Others” (1986). Morrissey vedeva in lei il simbolo di una rabbia domestica e sociale non così diversa da quella predicata dal suo gruppo.
(Vanni Portella)


Guarda il secondo episodio di “George e Mildred” trasmesso dalla Rai a fine anni ’70:
george-mildred-secondo-episodio

 

 

 

 

 

 

→ L’immagine di Yootha Joyce è stata utilizzata anche per il singolo “Some Girls Are Bigger Than Others” degli Smiths uscito in Germania. Ascolta la canzone:

leMAG-banner

A FUOCO | l'eccezione

Storie online: cultura dall'Italia e dal mondo. Ogni giorno

error: