rivista internazionale di cultura

Recenseide

Thomas Bernhard? Uno stronzo

  • 18 giugno 2015
  • 15:55

“Thomas è uno dei più grandi taccagni che mi sia mai capitato di incontrare fino a oggi, come d’altronde l’uomo più insolente che mi sia mai trovato davanti”, racconta senza mezzi termini Karl Ignaz Hennetmair, l’agente immobiliare che diventò amico dello scrittore e appuntò ogni loro incontro in un diario segreto. “Devo poi spiegare che thomas-bernhardThomas nutre una passione inverosimile per le scarpe e possiede circa trenta paia di scarpe nuove, sempre pulite e curate esattamente come quelle che utilizza. Quando torna a casa con scarpe o stivali sporchi, la maggior parte delle volte vengono puliti immediatamente.

Quanto ai suoi rapporti sentimentali, posso presumere che Bernhard abbia fatto suo il principio a cui si attengono anche moltissimi preti, cioè di avere a che fare soltanto con una donna ben sposata, in modo da non correre alcun rischio.

Sul lavoro, è assolutamente disinteressato al pubblico. Già anni fa mi ha detto che scriverebbe anche se i suoi libri non venissero letti. Gli è del tutto indifferente se vengono letti o no. E anche quanti ne vengono venduti. Per questo ha sempre rifiutato tutti gli inviti ai viaggi di città in città per firmare autografi nelle librerie. Non fa neanche una rapida apparizione alla Fiera di Francoforte, dove tutti gli autori si accalcano davanti alle telecamere. Però, una volta guardavamo insieme la televisione quando arrivò la notizia della morte di Doderer. Thomas saltò sulla sedia elettrizzato, applaudendo e urlando di gioia: Doderer è morto. Quando gli chiesi perché fosse così contento rispose: in Austria Doderer era considerato lo scrittore di punta e fino a quando era in vita nessun altro poteva diventarlo. Ora la strada è libera, ora tocca a me”.


(da “Un anno con Thomas Bernhard. Il diario segreto” di Karl Ignaz Hennetmair, L’ancora del Mediterraneo 2011)

leMAG-banner

A FUOCO | l'eccezione

Storie online: cultura dall'Italia e dal mondo. Ogni giorno

error: