rivista internazionale di cultura

Recenseide

Delmore Schwartz & Co. “Twentieth Century Poetry”

  • 25 febbraio 2016
  • 13:19

Lou Reed, enfant prodige di una famiglia di Brooklyn, non ebbe in comune solo le origini ebraiche col “pensatore ingoiapillole, grosso personaggio” ritratto da Saul Bellow nel “Dono di Humboldt”. Infatti, il musicista studiò letteratura inglese all’università proprio schwartz-twentieth-century-poetrycon Delmore Schwartz.

Grazie alla Biblioteca del Congresso, a Washington, di questa voce rimane oggi un’incisione del ‘52, su un vinile rosso sciroppo che sbuca da una pregevole confezione istituzionale. Sperati contrasti. Alla dizione del poeta maledetto della New York a cavallo fra gli anni ‘30 e ‘40 si accompagnano quelle di Richard Blackmur, Stephen Spender ed Elizabeth Bishop. All’epoca le registrazioni di poesia in commercio erano piuttosto limitate. Fu così che, anche dietro le frequenti richieste di studenti e insegnanti, si decise di pubblicare quelle della Biblioteca, nelle selezioni di consulenti autorevoli come Robert Lowell, con tanto di libretti completi di testi e biobibliografie.

Così è possibile ascoltare la Bishop, mentre legge “Faustina, or, Rock Roses” con la stessa leggerezza con cui spunteremmo, bisbigliando, una lista della spesa fra i reparti di un supermercato. Oppure Spender, pacato telecronista di “An Elementary School Class Room in a Slum”. E lo stesso Schwartz, che ha il dono di pronunciare le parole col terrore di romperle, accanto a un più impostato Blackmur (qui apparentemente ‘oltre’ il contesto, come il New Criticism al quale contribuì). Morì in una misera stanza d’albergo di Manhattan, il moderno Schwartz, a cinquantadue anni. Un po’ come una rock star decadente. Il suo epitaffio? Magari “European Son to Delmore Schwartz”, nel primo dirompente album dei Velvet Underground.
(Barbara Pezzopane)

Un approfondimento
Delmore Schwartz, “Nei sogni cominciano le responsabilità”, Serra e Riva 1990

leMAG-banner

A FUOCO | l'eccezione

Storie online: cultura dall'Italia e dal mondo. Ogni giorno

error: