rivista internazionale di cultura

Approfondimenti

SPOKEN WORD | Howard Zinn

A People’s History of the Usa

(Roberto Santoro) – Credete che una lezione universitaria sia per forza l’opposto di un concerto rock? Allora non avete mai partecipato a uno dei seminari di storia di Howard Zinn, professore emerito alla Boston University. Una vera star, tra i suoi studenti. Per fortuna ci hanno pensato quegli agit-prop della AK-Press, etichetta che al suo attivo ha già la diffusione in audio delle rivoluzionhoward-zinnarie teorie di Noam Chomsky. Ora tocca a Zinn, registrato dal vivo presso il Reed College di Portland, in Oregon (il cd è “A People’s History of The United States”, AK-Press 1995).
I ragazzi fischiano, approvano rumorosamente, si sbellicano dalle risate a sentire questa educata ma sovversiva lezione di controstoria. Perché Zinn è un arzillo reduce dell’attivismo politico anni sessanta. E la sua ‘storia popolare’ una bella rivincita che ogni genere di minoranza oppressa può prendersi contro i princìpi fondamentali degli Stati Uniti. A cominciare dai padri del Mayflower, trattati con disprezzo e ridotti a una cricca di moralisti e misogini che hanno colonizzato il paese.

L’insegnamento stesso è considerato qualcosa di assurdo: che importanza ha conoscere il nome dello scrivano di Thomas Jefferson? Eppure alla sua miserabile esistenza viene dato molto più rilievo che alla distruzione di qualche villaggio indiano. Vogliamo parlare di proprietà privata? Fino a due secoli fa la terra veniva letteralmente regalata a chi si trasferiva nel West. Oggi vallo a trovare un solo acro rimasto libero.

Per Zinn, insomma, la presunta obiettività dello storico è una balla. I professori devono mettere il becco fuori dai loro dipartimenti. Uscire, rischiare, esporsi. Potrebbero accorgersi che la gente li sta a sentire. In fondo sono abituati agli studenti, il giudice peggiore che uno possa trovarsi di fronte. Un consiglio: ascoltate quell’estremista del professor Zinn.


(Ecco una registrazione dell’apertura della conferenza tenuta da Zinn all’Oregon’s Reed College nel 1995. Il bersaglio polemico del professore sono questa volta le baronie americane)

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.


© 1998 AK Press Audio

lavora-con-le-parole
StorieMAG

English dept >

Storie

more >
chelsea

d’Italia >

Storie

d'Italia e d'Italiani >

A FUOCO | l'eeccezione

Storie online: cultura dall'Italia e dal mondo. Ogni giorno

error: