rivista internazionale di cultura

Storie magazine

3/2012 | COPIONI E COPISTI

ARTE

“La belle ferronnière”: troppo perfetta per essere vera

    (Vanni Portella) – È ancora tinto di giallo il caso “Leonardo – La belle ferronnière”. Attorno al capolavoro dell’artista italiano è dagli anni ’20 che va avanti una polemica che sembra non trovare soluzioni definitive. I fatti: la signora Anurée Hahn negli anni ’20, appunto, era proprietaria del quadro che riteneva fosse autentico, ma i critici Duveen e Berenson si trovavano d’accordo nel sostenere che l’originale fosse al Louvre e che quella della signora fosse solo un’ottima copia. C’era tuttavia chi sosteneva, come ad esempio il direttore della National Gallery Sir Kenneth Clark che il quadro della Hahn fosse proprio quello dipinto dal grande maestro. E con lui molti restauratori e il professor James Proctor, uno dei più grandi esperti americani di Leonardo. Tra questo stuolo di sostenitori c’era anche madame Sylvie Beguin, curatrice del Louvre dal 1945 al 1984. Nel 1946 il marito della signora Hahn pubblicò un libro “Il ratto di La Belle” in cui ricostruiva i misteri legati al quadro in questione. Affermava che “La belle ferronnière” fosse appartenuto alla dinastia dei Borboni francesi e che Luigi XVI avesse fatto restaurare il quadro spendendo ingenti somme di denaro. Questa era a suo parere una prova dell’autenticità dell’opera. Con Duveen e Berenson si è schierato anche Martin Kemp, uno dei maggiori esperti odierni dell’opera leonardesca, che afferma: “È troppo perfetta per essere vera”. La sua tesi a riguardo, infatti, è che il quadro sia opera di un pittore del XVII secolo, tale Laurent de la Hyre o di qualche suo allievo. Chi abbia ragione ancora non è certo, quello su cui non ci sono dubbi è che in ballo ci sono oltre 120 miliardi di lire e che un collezionista americano che vorrebbe acquistare il capolavoro italiano è strato bloccato finché non sarà chiarita la disputa.


    ““La belle ferronnière”: troppo perfetta per essere vera” è tratto da Storie 6/1993 – Una giornata ideale per non capirsi

    storie6


    A FUOCO | l'eccezione

    Storie online: cultura dall'Italia e dal mondo. Ogni giorno

    error: