rivista internazionale di cultura

FUMETTI

Peanuts: finalmente il film in 3D

  • 22 aprile 2013
  • 13:15

LOS ANGELES – La prima striscia dei Peanuts è uscita il 2 ottobre del 1950. Il film tratto dal fumetto, che uscirà il 25 novembre 2015, vuole dunque commemorare il 65 compleanno di Charlie Brown &Co.

Si tratta di un progetto annunciato già da tempo sul quale però la produzione ha continuato ad aggiustare il tiro fino all’annuncio definitivo dello scorso giovedì: il film sarà realizzato in 3D. Insieme alla notizia, il presidente della Fox, Jim Gianopulos, ha mostrato in anteprima anche un’immagine tridimensionale del faccione di Charlie Brown dichiarando che “Questo cambierà per scharles-schulzempre il volto dell’animazione”, continuando così a sollevare la curiosità dei fan che, parola sua, rimarranno “a bocca aperta”.

Di sicuro, tra i fan c’è una certa attesa, dato che dall’ultimo film dedicato alla gang di Charlie, Lucy, Linus, Snoopy e Sally sono passati più di trent’anni (“Bon Voyage, Charlie Brown (and Don’t Come Back!!”) risale al 1980)”. D’altra parte, Schulz (scomparso nel 2000) era restio a concedere al cinema i diritti sulla sua opera ma se i suoi eredi questa volta hanno deciso di farlo – peraltro dopo due anni di trattative – non è per tradire la sua volontà, ma perché quello che sarà realizzato è un prodotto in grado di rendere onore al suo creatore. “Abbiamo sentito che era il momento giusto, anche perché la tecnologia è arrivata a un punto tale di sviluppo da consentirci il trattamento che avevamo in mente”. Il film, ancora senza titolo, è stato scritto da Craig e Bryan Schulz, rispettivamente figlio e nipote di Charles, e sarà diretto da Steve Marino, un esperto del genere avendo già realizzato “L’era Glaciale 4 – Continenti alla deriva” e “Ortone e il mondo dei Chi”.
(G.Bo.)


Approfondimenti >

Storie

altri approfondimenti >
StorieMAG

English dept >

Storie

more >
momentismo-banner

Storie da leggere >

Storie

altre Storie da leggere >

A FUOCO | l'eccezione

Storie online: cultura dall'Italia e dal mondo. Ogni giorno

error: